YOU'RE THE DEVIL IN DISGUISE

Demon in disguiseAnalizzati con attenzione, i sotto riportati articoli del codice penale italiano ci permettono di definire esattamente quali siano i reati e le rispettive pene, ascrivibili in via principale a quella grande organizzazione lucrativa denominata Chiesa Cattolica Apostolica Romana, che da duemila e più anni sottrae se stessa e i propri vertici al diritto e alla giustizia.
In ogni caso, l'articolo di Marina Corradi  sull'Avvenire di ieri, dice in un certo qual modo la verità: il cuore dell'organizzazione criminale non è Bruxelles ma Roma.
Purtroppo, finché restano in Italia, son più che sicuri che nessuno andrà mai a perquisire i loro covi.

Art. 643 Circonvenzione di persone incapaci
Chiunque, per procurare a sé o ad altri un profitto, abusando dei bisogni, delle passioni o della inesperienza di una persona minore, ovvero abusando dello stato d'infermità o deficienza psichica di una persona, anche se non interdetta o inabilitata, la induce a compiere un atto, che importi qualsiasi effetto giuridico per lei o per altri dannoso, e' punito con la reclusione da due a sei anni e con la multa da 206 euro a 2065 euro.
Art. 600 Riduzione in schiavitù
Chiunque esercita su una persona poteri corrispondenti a quelli del diritto di proprietà ovvero chiunque riduce o mantiene una persona in uno stato di soggezione continuativa, costringendola a prestazioni lavorative o sessuali ovvero all'accattonaggio o comunque a prestazioni che ne comportino lo sfruttamento, è punito con la reclusione da otto a venti anni. La riduzione o il mantenimento nello stato di soggezione ha luogo quando la condotta è attuata mediante violenza, minaccia, inganno, abuso di autorità o approfittamento di una situazione di inferiorità fisica o psichica o di una situazione di necessità, o mediante la promessa o la dazione di somme di denaro o di altri vantaggi a chi ha autorità sulla persona. La pena è aumentata da un terzo alla metà se i fatti di cui al primo comma sono commessi in danno di minore degli anni diciotto o sono diretti allo sfruttamento della prostituzione o al fine di sottoporre la persona offesa al prelievo di organi
Art. 416 Associazione per delinquere
Quando tre o piu' persone si associano allo scopo di commettere più delitti, coloro che promuovono o costituiscono od organizzano l'associazione sono puniti, per ciò solo, con la reclusione da tre a sette anni. Per il solo fatto di partecipare all'associazione, la pena e' della reclusione da uno a cinque anni. I capi soggiacciono alla stessa pena stabilita per i promotori. Se gli associati scorrono in armi le campagne o le pubbliche vie si applica la reclusione da cinque a quindici anni. La pena e' aumentata se il numero degli associati e' di dieci o più.

13 thoughts on “YOU'RE THE DEVIL IN DISGUISE

  1. "che da duemila e più anni sottrae se stessa e i propri vertici al diritto e alla giustizia"

    Perdonami questo piccolo appunto ma gli anni sono molto meno di 2.000, anche in Italia e anche e soprattutto a Roma, la Roma pagana dell'aristocrazia senatoria. Attenzione a riconosce alla Chiesa un prestigio che si è inventata.

    Parlare di un'organizzazione bimillenaria stabile, coerente, di successo, che travolge tutto, fa molto comodo ai cattolici, nonostante tutte le atrocità e le ipocrisie che noi laicisti possiamo contestare. Un ingenuo potrebbe pensare: cazzo, se questo sistema dura da 2.000 anni qualcosa di buono ci deve pur essere. Ma questo semplicemente non è vero.

    Già se parliamo di 1.700 anni il prestigio inizia  a ridursi. Ci sono state lotte intestine e veri e propri scontri fisici già dall'epoca di Pietro e Paolo, e quindi dobbiamo parlare di sviariate "chiese". La Chiesa paolina che poi ha vinto, fino ai primi 3 secoli d.C. non è stata sistematicamente privilegiata e non ha potuto sempre sottrarsi alla giustizia, proprio perchè l'ex impero romano e l'Europa non hanno assolutamente accolto il messaggio cristiano in modo spontaneo e entusiasta. Pensiamo per esempio a Giuliano l'Apostata. Per secoli c'è stata una vera e propria guerra civile e poi i vincitori hanno scritto la storia.

    Se poi parliamo dell'epoca moderna, dire che la Chiesa si sottrae alla giustizia non è vero, perchè molti paesi non sono stati così coglioni come noi, che ci siamo installati il bubbone del Vaticano da soli.

    Ciccio

  2. Ciao Ciccio, grazie per il tuo gradito contributo. Relativamente alla giustizia, era sottinteso che trattavasi di quella italica.

  3. Aggiungiamo:

    Art. 640 c.p. Truffa.
    [1] Chiunque, con artifizi o raggiri, inducendo taluno in errore, procura a sé o ad altri un ingiusto profitto con altrui danno, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da euro 51 a euro 1.032.
    [2] La pena è della reclusione da uno a cinque anni e della multa da euro 309 a euro 1.549:
    1) se il fatto è commesso a danno dello Stato o di un altro ente pubblico o col pretesto di far esonerare taluno dal servizio militare;
    2) se il fatto è commesso ingenerando nella persona offesa il timore di un pericolo immaginario o l'erroneo convincimento di dovere eseguire un ordine dell'Autorità.
    [3] Il delitto è punibile a querela della persona offesa, salvo che ricorra taluna delle circostanze previste dal capoverso precedente o un'altra circostanza aggravante.

    ( da http://www.filodiritto.com )

    Peccato che sia punibile a querela ( salvo casi particolari ) ;  difficilmente uno è disposto a   dichiarare pubblicamente di essere stato un " pollo " se non " coglione "…

    Ciao a tutti

  4. Direi che bastano già queste poche leggi per capire come l'esistenza stessa della Chiesa sia un evento assolutamente incostituzionale.

    Ma la chiesa allora potrà ribattere:"ma noi siamo uno stato straniero,ce ne freghiamo dellla vostra costituzione democratica,noi abbiamo il papa re"

    Bene! Diciamo allora noi.
    Allora non rompete i coglioni nella politica e smettete di rubare i soldi con l'8X1000,FINANZIATEVI DA SOLI IN QUANTO STATO STRANIERO.

    Ciao a tutti.

  5. @ deicida

    E no, loro sono un Superstato, che noi non possiamo capire, in quanto non
    " vocati " ….

    Ma perché non li prendiamo tutti a calci nel culo, compresi i
    " fiancheggiatori " non ultimo il nostro amato Presidente ( che a me sembra sia il Vice Presidente di Vaticalia ?

    Ciao

  6. @ Deicida

    " Ma la chiesa allora potrà ribattere:"ma noi siamo uno stato straniero,ce ne freghiamo dellla vostra costituzione democratica,noi abbiamo il papa re"

    Si vabbe', ma perché si nascondono con i  passaporti diplomatici ( anche con identità falsificate v. l'assassino  Atanase Seromba e non solo )  e soprattutto perché si considerano " Cittadini Italiani " e non rispettano le nostre leggi, anzi invitano le loro " pecore " a violarle ?:

    http://www.calogeromartorana.it/chi_sono_atei.htm

    Come dobbiamo considerarli ? Partigiani religiosi o terroristi religiosi ?

    ???

  7. Grazie per la segnalazione, Kefos. Ma sono troppo dannatamente materialista, individualista, relativista, razionalista per provare interesse in quel tipo di discorso. Ci darò comunque un'occhiata un po' meno superficiale di quanto non abbia fatto. Sono infatti convinto che da chiunque, anche da chi meno te lo aspetti, ci sia sempre qualcosa da imparare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.