TELEFONO PAPA

12 thoughts on “TELEFONO PAPA

  1. No, non le avevo viste perché non ho una pagina Facebook. Sono dovuto entrare con quella di mio figlio.
    Beh, speriamo che questo papa continui a fare cose divertenti, altrimenti ci toccherà rimpiangere Ratzinger e le sue cazzate continue.
    Un abbraccione anche a te.

  2. però nel complesso a me piace il fatto che faccia le telefonate; magari non calcola l’effetto «paccioccone» della faccenda, ma penso che sia abbastanza sincero

    certo, è pur sempre un papa, è un cattolico sostanzialmente integralista, però in questo a me sta simpatico, lo confesso

  3. @–>Diego

    Il fatto che risulti simpatico, vecchio mio, non è per nulla un caso. Così come non è un caso che siano lì da 2000 anni. Si sono accorti subito dell’errore fatto con Benedetto e vi hanno posto immediato rimedio. Forse non pensavano che durasse così tanto, ma poi, vista la malparata ,,, Stavolta, però, non sono ricorsi al veleno nel caffè.

    • su ratzingher non avrei un giudizio così negativo; è sicuramente un ultraconservatore, però ha compiuto un gesto di grande rilevanza

      poi davvero ratzinger secondo me è un filosofo di razza, almeno mi è parso leggendo la bellissima enciclica «spe salvi»

      certo, la chiesa cattolica e papista non è un’istituzione democratica ed è un potere anche dagli aspetti nascosti e inquietanti, ma ciò non toglie che alcune personalità siano quantomeno interessanti

      lo so che sei un deciso anticlericale, scusa dell’intrusione «papista»

    • cristiano, non cattolico attualmente

      io ho letto «spe salvi» e l’ho trovata interessante

      considera comunque che un’enciclica papale è pur sempre un documento «digeribile» solo da chi aderisce in qualche modo al mondo cattolico, per cui la ragione di critica fondamentale, e giusta, di chi è anticlericale, sta nella pretesa di scrivere anche «per gli altri», insomma di essere integralisti

      sui contenuti in sè, si possono leggere da punti di vista diversi

  4. @–Diego

    Per leggere un’enciclica papale con la dovuta attenzione, ci vorrebbe la pazienza e l’erudizione di Malvino, che le farebbe il pelo e il contropelo, decostruendola periodo per periodo.
    Io mi accontento di criticare le esternazioni più prosaiche del nostro, quelle che ti ho citato, più un altro paio, oltre alla celeberrima sui preservativi in Africa.
    Mi bastano e m’avanzano per saggiare il polso dell’individuo.
    Mi spiace proprio, ma non trovo alcun elemento che mi permetta di condividere neppure parzialmente il tuo giudizio positivo.

  5. certo caro Lector, nel tuo blog, che è casa tua, vengo col solo intento di interloquire e meglio chiarire il tuo pensiero, che è per me degno di grande interesse e rispetto; offro solo una «sponda dialettica» alle tue considerazioni

  6. @–>Diego

    Ma certo. L’ho capito perfettamente e da me sei e sarai sempre il benvenuto.
    Porti una ventata di “antitesi” che è sempre gradita da queste parti.
    Non sono mica come la nostra amica ed ospite di là che ne fa sempre una questione personale, trascendendo spesso nell’offesa pesante e gratuita, ogniqualvolta qualcuno si permetta di contraddirla. (Rettifica: quel che ho detto è ingiusto e dettato da un livore estemporaneo. Poiché in realtà ognuno di noi ha diritto ad arrabbiarsi quando vuole, soprattutto se lo fa a casa sua, ritengo doveroso cancellare quanto avevo scritto).
    Ma del resto lì è casa sua e può permettersi di fare ciò che risulta più conforme alla sua personalità e al suo carattere. Se all’ospite non va bene, eviti di andarci, come mi pare sia scritto molto chiaramente sul suo disclaimer.
    Se si dialoga solo con quelli che la pensano come noi, non v’è modo di crescere. Però non basta solo dialogare: bisogna anche essere aperti all’altrui punto di vista, altrimenti è solo un ipocrita “captatio benevolentiae”.
    Mi spiace solo che i blog siano passati di moda e non siano più l’agorà di discussione e costruttiva polemica che erano fino all’avvento dei social network. Di ciò me ne rammarico assai.
    Un abbraccio.

  7. Disgraziatamente il numero di ottenebrati abbagliati dall’umiltà della telefonata (che gentile, che simpatico, che umile, che caro!) è in drammatico aumento.
    Peccato che nessuno dica nulla in merito a questo: http://ilventunesimosecolo.blogspot.it/2013/08/pedofilia-nel-clero-bergoglio-ha-reso.html
    Non ho ancora avuto il tempo di approfondire bene la faccenda, ma, se effettivamente la cosa si è svolta nei termini in cui viene riportata, allora il segnale non è certo dei migliori.
    Segnale che ovviamente nessuno vedrà perchè troppo onubilato dallo sventolar di piume di pavone.

  8. E’ una notizia indubbiamente clamorosa, ma che non mi sorprende più di tanto.
    Hanno scelto Bergoglio perché è un bel “pacioccone” (come lo erano del resto Roncalli e Luciani), di quelli che piace alla gente, nell’ottica di un’operazione di maquillage, indispensabile dopo le tremende figure di merda di Ratzinger.
    Ma non è cambiato nulla, anzi, sono passati al contrattacco. “Perché hai un sorriso così grande, nonno?” “Per incularti meglio, nipotino mio!”.

Rispondi a MadDog Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.