4 thoughts on “IL BERRETTO A SONAGLI

  1. Dobbiamo essere obiettivi. Certo è umiliante farsi rappresentare da un ministro degli esteri così. Però, se lo confrontiamo col predecessore, magari un piccolo passo avanti si è fatto.
    Ah, ma il predecessore adesso…
    Come non detto.

    • Ciò che sconforta è che, se da una parte c’è un desolante niente, dall’altra c’è un pauroso nulla. Detto tra noi, con chi li sostituiamo, questa massa di avidi e rapaci deficienti?

  2. Carissimo, passo per un abbraccio virtuale, e noto con grande piacere che il tuo blog brilla ancora. Da quando ho perso il mio blog non sono più rientrato su logga e ne sono rimasto così male da disinteressarmene del tutto.
    Mi fa piacere che continui il tuo percorso…ripasserò a farti visita!

    Deicida

    • Carissimo, è sempre un piacere risentirti.
      Ormai tengo il blog più per abitudine che per altro, quasi come un diario per marcare il tempo che passa. Con l’avvento dei social, i blog sono divenuti desueti e non ci sono più le appassionate discussioni di un tempo.
      Spero vivamente di risentirti ancora e presto.
      Un abbraccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.