MADRE BERNARDA PROVENZANO

magdalene suora

Le suore “chiedono il pizzo”: denunciate per estorsione

Si intascavano i tre quarti dello stipendio di una maestra: “Se hai problemi, licenziati”

Bisogna pagare il pizzo per insegnare nelle scuole della Congregazione delle suore collegine della Sacra Famiglia di via Evangelista di Blasi a Palermo.

Per concedere alle professoresse di insegnare, infatti, le suore si intascavano i tre quarti dello stipendio: “Se ci sono problematiche di questo genere potete licenziarvi“.

Sono così finite nei guai – e denunciate per estorsione – tre suore del Collegio di Maria al Borgo, una delle scuole elementari che dipende dalla sede di via Evangelista di Blasi: la madre superiora Angela Alaima, suor Stella, Carmela Oliva, suor Gemma, e la direttrice del collegio dell’Albergheria, Maria Alioto, suor Teresa.

La direttrice del collegio, Suor Teresa, ovvero colei che avrebbe avuto il colloquio con la maestra che ha poi presentato la denuncia, è già sotto processo.

Secondo il giudice per le indagini preliminari, le suore hanno messo come condizione alla maestra, e anche a un’altra collega sentita come testimone, di accettare il compenso di appena 310 euro a fronte di una busta paga con un importo ben più alto.

(TRATTO DA QUI)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.