10 thoughts on “IN ATTESA DELLO SFRATTO

  1. Questo sfratto mi ha fatto passar la voglia di postare roba nuova.
    Ma nn posso esimermi dal rifarmi gli occhi con questo post blasfemo.

    Un caro saluto.

  2. Ciao Dei.
    Effettivamente, anche a me ha tolto parecchia verve. Già ce n'era poca …
    Rifacciamoci gli occhi con la gnocca, che fa sempre bene, come l'amaro Ramazzotti.
    Un abbraccio.

  3. Ho portato tutto su altervista. Post, commenti, immagini… Se ti/vi dovesse servire una mano fammelo/fatemelo sapere.
    Ciao militanti. Eddai scherzo..
    🙂

  4. Ha senso questa frase:

    "A breve verrà inviata una comunicazione con le indicazioni da seguire per recuperare tutti i contenuti dei blog ospitati. Sarà inoltre possibile attivare un redirect su un nuovo indirizzo web."

    dal momento che non mi hanno ancora inviato un cazzo?!
    A te hanno scritto qualcosa Lector?

    Credo che prenderò in considerazione il suggerimento di Redhero.

    Un abbraccio.

  5. Mi è arrivata una mail, che il computer mi aveva cestinato come spam, ma mi pare fosse solo l'avviso che Splinder chiudeva.
    Io vorrei verificare quel suggerimento che un amico  ci ha dato sul tuo blog, che sembra permetta di recuperare anche tutti i post vecchi.
    Comunque è uno schifo!
    Un abbraccio.

  6. Splinder al momento è abbastanza incasinato per non dire guasto. Certo: si possono salvare post commenti e date. È importante che entriate in possesso del file in formato XML che splinder è comunque in grado di fornire. Quel file può essere letto da piattaforme wordpress e importato altrove (ad esempio altervista o altro). Loggatevi in splinder e seguite le istruzioni per la migrazione. E comunque cercate di prelevare quanto prima quel file XML. Ieri infatti nel tentativo di prelevarlo per il blog di un amico. Questa piattaforma faceva un casino. Sbrigatevi. Ciao
    Red

  7. Grazie Red. Cercherò di provvedere al più presto. Finalmente mi hanno riconsegnato il computer di casa, che s'era rotto.
    Ciao.

  8. Grazie Red, ma l'avevo già visto. Nulla di sconvolgente, purtroppo, almeno per il sottoscritto … pensa solo a don Verzè.
    Un abbraccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.