CONTESTI IL PAPA? ADDIO PRESIDENZA CNR

ITALIA LAICA E MERITOCRATICA

Il senatore ASCIUTTI (FI) chiede che il ministro Mussi sia chiamato in Commissione a confermare la designazione del professor Maiani alla presidenza del Consiglio nazionale delle ricerche (CNR), anche a seguito dei recenti avvenimenti che hanno interessato l’università La Sapienza di Roma. Nel rammentare che il candidato risulta firmatario della lettera nella quale un esiguo gruppo di docenti ha espresso un orientamento contrario alla presenza del Pontefice in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico, ritiene che tale posizione sia incompatibile con un atteggiamento equilibrato e laico, tanto più che al vertice del CNR occorre una personalità rappresentativa di tutte le opinioni (dunque, anche di chi crede nel pastafarianesimo, ndr). Rammenta altresì che lo stesso Presidente del Consiglio dei Ministri ha stigmatizzato il comportamento dei firmatari dell’appello.

Prof. Luciano Maiani

Il Prof. Luciano Maiani, Docente di Fisica Teorica presso l’Università ‘La Sapienza’ è nato il 16 luglio 1941. Laureatosi in Fisica nel 1964 presso l’Università di Roma con il massimo dei voti, ha iniziato immediatamente l’attività di ricercatore nel campo della Fisica Teorica. Nel 1976 intraprende l’attività accademica come Professore Ordinario di Istituzioni di Fisica Teorica presso l’Università La Sapienza di Roma. Nel periodo 1993-1998 è Presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e Delegato italiano presso il Council del CERN di Ginevra, organismo di cui sarà Presidente nell’anno 1998. Dal 1999 al 2003 ricopre l’incarico di Direttore Generale del CERN. E’ membro di numerose Accademie, tra le quali l’Accademia Nazionale dei Lincei e l’Academia Europaea di Scienze ed Arti; ha ricevuto quattro Lauree honoris causa e numerosi premi fra i quali il Premio Sakurai, conferito dall’American Physical Society, e la medaglia d’oro del Presidente della Repubblica Italiana ai Benemeriti della Scienza e della Cultura. E’ autore o coautore di oltre cento pubblicazioni su riviste internazionali. Attività scientifica Ha svolto ricerche di Fisica Teorica delle Particelle Elementari, formulando – con altri studiosi – l’ipotesi dell’esistenza del quark ‘charm’ e di una nuova famiglia di particelle poi scoperte sperimentalmente. E’ tra i proponenti di una nuova simmetria delle Particelle Elementari, la cui ricerca costituisce uno degli obiettivi principali delle macchine acceleratici oggi in costruzione nel mondo. Come Presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare ha promosso la costruzione dell’osservatorio VIRGO (Cascina, Pisa) per la ricerca di onde gravitazionali dal cosmo. Durante la sua direzione al CERN, ha sviluppato la costruzione di una macchina acceleratrice (il Large Hadron Collider), che sarà il più grande acceleratore di particelle al mondo. Sempre nell’arco della sua direzione, è stato approvata e in gran parte costruita una nuova infrastruttura, un fascio di neutrini che, partendo dal CERN, verrà rivelato nei Laboratori sotterranei del Gran Sasso (in Abruzzo) a circa 700 km di distanza. Al momento, coordina HELEN (High Energy Physics Latinoamerican European Network) una rete di formazione alla fisica delle particelle elementari di giovani ricercatori europei e latino-americani, cofinanziata dalla Unione Europea.

10 thoughts on “CONTESTI IL PAPA? ADDIO PRESIDENZA CNR

  1. Ciao, Slasch.

    Neppure io m’illudo. Il 17 gennaio 1377 perdemmo definitivamente la più grande opportunità di chiudere la porta a Gregorio XI. 🙂

  2. Asmenos, che gradita sorpresa.

    “Il più preoccupante, ciò che è degno di preoccupare”, come direbbe Heidegger… 🙂

  3. Spero di non passare da questa analogia a cose come “welt weltet” in cui non solo non mi riconosco, ma capisco anche poco.

    Comunque il problema dell’ipocrisia e del vittimismo dei cattolici è grave. Nei prossimi mesi ci sarà un bel da fare. Buona giornata!

  4. Credo che di Martin tutti noi fatichiamo a capire un’acca. Del resto, poverino, scriveva proprio così… 🙂 Nessuna analogia, Alkall mi scampi, solo un flashback determinato dalla parola “preoccupare”.

    Una buona giornata anche a te.

  5. Spero che almeno una volta Mussi si comporti dignitosamente, ignorando la richiesta del sen. Asciutti. Il quale non mi sembra abbia l’autorità politica, culturale e scientifica per contestare neanche la nomina di un ricercatore di primo livello, figuriamoci del presidente del CNR:

  6. Il problema non è Asciutti che, come dici giustamente, è un signor nessuno. La questione, secondo me, verte sul clima intimidatorio che la Chiesa è ancora in grado di creare attorno a un dissidente; clima intimidatorio che induce gli animi pavidi, anche se in cuor loro atei o agnostici, a non levare decisamente gli scudi contro chi può ancora efficacemente impedirti d’accedere a una cattedra scientifica o un altro giusto riconoscimento conquistato con lo studio e l’intelletto; e chissà a quante altre cose ignote ai più.

    Ciao e grazie per l’intervento.

  7. In questo deserto di autentici valori politici-laici-repubblicani, è giocoforza che qualsiasi tribuncello si richiami a delle autorità che garantiscono la Verità del Dogma. Non sono un esperto, ma ho il sentore che questo degrado repubblicano in Italia non si sia mai visto, nemmeno ai grigi tempi della DC.

    P.S.

    complimenti per il tuo blog

  8. Ciao Luca. Grazie per l’intervento (e per i complimenti). Nel frattempo, sono passato anch’io nel tuo blog e mi sembra proprio niente male.

    Non ho visto la tua età, ma sono vecchio abbastanza per confermare per vita vissuta che la tua non è solo una sensazione. Alla prossima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.