16 thoughts on “L'EVOLUZIONE DELLA SPECIE

  1. quello a destra mi sembra più affidabile, più civile; probabilmente riuscirei a instaurare un rapporto basato sul rispetto reciproco, con l'altro no!

  2. Probabilmente sono accomunati entrambi dalla passione per il cannibalismo.Solamente che il tizio a sinistra dissimula questa passione tramite un pezzo di pane e un parolone grosso come "transustanziazione"

  3. Ovviamente questa te la rubo
    Felice Ostara (nota anche come "Zombie Jesus Day)

    @deicida
    Più precisamente il tizio di sinistra usa del carpaccio.

  4. @–>Sandro
    Non riesco a lasciare commenti sul tuo sito, perché non son capace di recuperare l'ID Windows e la password. Non esiste una maniera più semplice per accedere, tipo Anonimo?

  5. No, ormai è passato più di un anno da quando hanno cambiato le impostazioni.
    Niente commenti anonimi, niente tag html. Gli space hanno "un po'" di limitazioni.
    Comunque se per chattare usi MSN, puoi usare quei dati per loggarti e commentare (… ma mi sa che questo è il motivo della tua domanda ).

  6. @–>Sandro
    Con la didascalia che ho aggiunto, risulta più comprensibile se lo inserisci tra le tue "Eresie" 

  7. ciao lector.

    secondo me tra uno sciamano (o stregone o come si chiama) e il papa c'è una grande differenza.
    il primo vive ancora immerso in una cultura prescientifica, quindi le sue credenze sono in buona fede.
    viceversa il papa ha studiato, vive in un mondo secolarizzato che lui dice di accettare fintanto che gli fa comodo, pretende di essere il rappresentante di dio in terra, copre le magagne sue e della chiesa e tante altre cosette che sapete meglio di me.

    in sintesi, il papa è fondamentalmente un personaggio politico, lo sciamano è il prodotto della cultura in cui vive. secondo me a occhio e croce lo sciamano è moralmente superiore .

  8. @—>Brunaccio
    Secondo me, caro Bruno, in una certa maniera hai ragione; tuttavia, il passaggio dall'ingenuità sciamanica alla malizia pontificale avviene nel momento in cui il preposto al rito ben comprende il proprio potere e perciò di poter circuire nonché tosare per bene le proprie pecorelle. Dopo questo fondamentale passaggio, tra le due figure non c'è più differenza che non sia mera sovrastruttura. 
    Un caro saluto.

  9. Non confondiamo la merda con la cioccolata ragazzi. I due tipi possono entrambi appartenere alla categoria di "capo religioso" ma, al di là dello stesso colore apparente, hanno due sapori completamente diversi. Intendiamoci,  io non credo all'"ingenuità" di nessuno dei due. Entrambi conoscono delle tecniche per manipolare l'emotività e la volontà delle persone. La differenza fondamentale sta nell'onestà del fine al quale mirano. Lo stregone aborigeno svolge la sua attività a scopo essenzialmente terapeutico a favore del singolo ed insieme della collettività (e questo sfruttando anche, se occorre, la credulità popolare). Il papa è un impostore e basta. Ciao da Filopaolo.

  10. è vero quanto dite ragazzi, soprattutto apprezzo il discorso di filopaolo.
    preciso che io non parlo di "ingenuità" per lo stregone (che, come dice filopaolo, è anche capace di suggestionare scientemente la gente) ma del fatto che egli viva e sia immerso in una società olistica. quando intendo che è il prodotto della società in cui vive, intendo proprio, come ha spiegato bene filopaolo, che ciò che lui fa e dice è conseguente alla struttura del suo mondo e finalizzato all'equilibrio della tribù, pur magari sfruttando lui stesso la credulità degli altri con tecniche di suggestione consapevoli.inoltre, aggiungerei, lo stregone non è che cura gli altri con riti magici e per lui usa l'aspirina (almeno solitamente) per rendere in soldoni ciò che intendevo 🙂

    un caro saluto a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.