AL LUPO AL LUPO

 

IL PERICOLO FASCISTA E LA CORRUZIONE SONO I PRETESTI DEI GRILLINI PER ANDARE ALL’ABBRACCIO CON IL PD di Danilo Bonelli
_______________________________
.
Per conoscere quello che sarà il nostro prossimo scenario politico non occorrerà attendere l’esito del voto di domenica 26 maggio perchè la situazione si è già delineata fin d’ora con grande chiarezza.
Contro la Lega e il suo leader è in corso un’offensiva a tutto campo che accomuna un fronte eterogeneo : la stampa e le TV, la sinistra, i grillini, il Papa, i sindacati, la Magistratura, il Quirinale, perfino la comunità ebraica…..e ogni giorno che passa si aggiunge un nuovo entrato in questa variegata compagnia.
Il punto cruciale è lo stop che Matteo Salvini è riuscito a dare ai flussi migratori chiudendo i porti e bloccando gli sbarchi….ma questo ha altresì fermato quel vorticoso giro d’affari e di colossali interessi che sta dietro all’industria dell’accoglienza.
L’immigrazione è di fatto diventata il quinto settore dell’economia italiana, con un suo indotto che garantisce posti di lavoro e un fatturato in costante crescita con utili ampiamente remunerativi. E ben poco importa se tutto questo genera gravi problemi sociali e di sicurezza…..chi se ne frega se gli immigrati non ne vogliono sapere di integrarsi e se non bastano le case per alloggiarli…..nessuno si preoccupa se diventiamo una succursale musulmana…..tutto questo a chi si mette in tasca i soldi di questo business non interessa proprio niente…..il giro deve ricominciare il prima possibile.
Ed ecco che per risolvere la questione è stato montato il rischio di un ritorno del fascismo.
Strano davvero….secondo la vulgata in voga i fascisti dovrebbero essere coloro che praticano la violenza e non coloro che la subiscono. I sostenitori della Lega non vanno a disturbare o impedire le manifestazioni degli altri mentre al contrario Salvini viene osteggiato con grida, minacce ed invettive che niente hanno a che vedere con l’espressione di un civile dissenso…..eppure il fascista è Salvini.
Nel circondario fiorentino i manifesti elettorali della Lega vengono sistematicamente strappati oppure oscurati con l’applicazione di un adesivo con il logo “Firenze antifascista”…..eppure i fascisti sono quelli della Lega…..eppure ci si mobilita contro il ritorno del fascismo.
E a questo punto il disegno è chiaro : per sconfiggere il fascismo occorre ricostituire una sorta di CLN – il Comitato di Liberazione Nazionale – che in nome della difesa della democrazia unisca il M5S con il PD e se occorre anche con la sinistra di Fratoianni…..per la serie “cosa non si farebbe per la libertà”.
Per Di Maio ed i grillini c’è poi un pretesto in più : la corruzione.
Indubbiamente le inchieste giudiziarie sospettosamente partite ad immediato ridosso delle elezioni sono state quella manna dal cielo che i vertici del M5S aspettavano per tentare di rialzare le sorti di un partito in profonda crisi di voti, di competenze e di risultati, permettendo loro di tornare a cavalcare la tigre del moralismo giustizialista di facciata all’insegna del motto “sono tutti corrotti, tranne noi”.
Il piatto è servito…..ora aspettiamo solo le conferme.

MAL D’AFRICA

Simon Roche, presidente dell’associazione di difesa civile Suidlanders , è stato recentemente intervistato da Alex Jones, di InfoWars sul genocidio bianco in corso nel Sudafrica post-apartheid.

Simon Rouche descrive quello che definisce il genocidio sistematico dei bianchi in Sud Africa, sotto la supervisione dell’African National Congress (il partito unico al potere che fu di Nelson Mandela) e dagli estremisti dell’Economic Freedom Fighters (un partito radicale leninista-stalinista), nato dalla scissione dell’ANC guidata dall’estremista nero Mulema.

“Le possibilità che un contadino bianco venga assassinato nella sua fattoria sono più del doppio delle probabilità che un poliziotto in questa violenta società venga ucciso. Ora, quando un uomo che lavora sul proprio terreno ha più del doppio delle possibilità di chi combatte il crimine in una società violenta come quella sudafricana, sai che qualcosa non va.

“La probabilità statistica che un bianco sia ucciso da una persona di colore in Sudafrica è superiore del 1200% rispetto alla probabilità che aveva un Nero di essere linciato negli Stati Uniti del Sud”.

“Ad esempio, una coppia di anziani è stata uccisa con acqua bollente versata sopra di loro, degli anziani recentemente sono stati rinchiusi nel loro camion Ford e poi il camion incendiato e bruciato.

“E poi c’è il caso, orripilante, di una bambina di 4 anni che è stata violentata da tre africani: è sopravvissuta, e poiché è sopravvissuta (questo è stato dimostrato dall’autopsia post-mortem) è stata poi impacchettata in carta di giornale cosparsa di benzina e poi incendiata .

“O la bambina di 3 anni che è stata crocifissa sul tavolo della cucina dei suoi genitori, e poi violentata da 4 africani mentre era crocifissa, dopo che i genitori erano stati sgozzati.

“È al di là dell’immaginazione della gente quello che sta accadendo in questo momento.

Siamo proprio sicuri di volerli a casa nostra?

(Qui la fonte dell’articolo)

ITAFRICA

QUESITO PER I BUONISTI PIDIOTI:

“Una nave è affondata e 100 passeggeri trovano rifugio su una scialuppa che contiene al massimo 100 persone, pena l’affondamento sicuro. In mare ci sono molti altri naufraghi che chiedono soccorso, cercando di aggrapparsi a quell’unica scialuppa, almeno un altro migliaio. Secondo te, cosa devono fare gli occupanti della scialuppa? Cercare di raccogliere ancora  altri naufraghi andando incontro così a sicura morte per tutti o amaramente decidere di abbandonare gli altri al proprio destino?”

Di solito, di fronte a questo quesito, tutti i sedicenti buonisti si incazzano come iene dicendo che non c’entra nulla con la situazione attuale.

Io credo, invece, che calzi a pennello e ponga a nudo tutta la stupidità del comportamento di coloro che sono favorevoli all’accoglienza incondizionata.