OLD MAN RIVER *

schiavi

* the song

tratto da "Domanda risolta" su segnalazione di Civiltà Laica

"…..Avete notato? Paradossalmente la Chiesa condanna assai poco l’uso di droghe, che pure sono MOLTO più pericolose di una unione civile, dell’omosessualità, dell’aborto o di un divorzio…..

Come mai allora il papa non parla quasi mai delle droghe? Perché essere rendono SCHIAVI, non hanno nulla di liberatorio. Quindi non fanno paura alla Chiesa, anzi, quasi quasi preferiscono chi è schiavo della droga piuttosto chi è LIBERO NEL PENSIERO.

Poi i drogati quando non ce la fanno più vanno a piangere dai preti, e loro sono tutti contenti di diventare indispensabili, manifestando un ruolo importante."

8 thoughts on “OLD MAN RIVER *

  1. noi per lavoro siamo finiti spesso a fare immagini e documenti in comunita’ terapeutiche varie. Ora non so se per chiesa “muta” tu intendi la santa sede ma a livello periferico e intorno a queste comunita’ i preti sono abbastanza attivi nel promuovere convegni, incontri, informazione, anche con l’ausilio della stampa e con lo scopo di arginare e prevenire il fenomeno tossicodipendenze. La chiesa fa un errore fondamentale e non puo’ che farlo come tute le religioni: proporre una salvezza che passa esclusivamente per lei, violentando addirittura chi aderendo a culti diversi si sente dire che alla sua morte trovera’ Gesu’ e non Manitu’. Ma qualcosa di buono lo fa. Non cadiamo nell’inganno che tutto quanto provenga da chi odiamo sia cacca. Equilibrio, critica, meno sentimenti e piu’ occhi. Sempre se e’ possibile ovviamente…

  2. Ciao Red.

    Non necessariamente condivido al 100% ciò che riporto da altri siti. In questo caso, da quello di Civiltà Laica. Alcune osservazioni, frasi, commenti li segnalo perché mi paiono sufficientemente provocatori da suscitare un dibattito. In bene o in male, reputo che parlare serva a far emergere i diversi punti di vista.

  3. peccato che la Chiesa sia molto attiva nell’attività di recupero e assistenza dei tossicodipendenti, oltre che organizzare convegli e testimonianze sulla pericolosità della droga. Non è che perchè il Papa non fà l’enciclica contro la droga, automaticamente non la condanna. Poi la Chiesa non ha bisogno dei drogati per sentirsi importante, è il contrario, le persone che si rivolgono a le si rendono conto di quanto sia importante. La tua la trovo una polemica sterile e senza senso, oltre che senza dati che dimostrino la tua posizione. Tanto per spargere ingiustamente un po’ di fango…

  4. CITTA’ DEL VATICANO – La droga, come ogni altro paradiso artificiale, allontana dalla vera felicità. L’Angelus della terza domenica di Avvento tocca stamani, tra le altre cose, il tema della droga. Benedetto XVI usa parole nette: fare “della felicità un idolo”, come fa chi si rifugia nei paradisi artificiali della droga, allontana definitivamente dalla “vera gioia”, che invece è in chi ama gli altri come insegna il messaggio evangelico. In guardia contro le false seduzioni, quindi, e dai falsi pericoli del perseguimento di una felicità fine a se stessa.

    http://www.repubblica.it/2007/12/sezioni/esteri/benedettoxvi-18/benedettoxvi-18/benedettoxvi-18.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.