MONSIEUR NONANTE-CINQ

antonio di pietro

 

STENDHAL
LE ROUGE ET LE NOIR, 1830

 

“- Morbleu! si c’est M. de Saint-Giraud qui vient me relancer sous prétexte de remerciement, s’écria le maire, je lui dirai son fait; c’est trop fort. C’est au Valenod qu’il en aura l’obligation, et c’est moi qui suis compromis. Que dire, ces maudits journaux jacobins vont s’emparer de cette anecdote, et faire de moi un M. Nonantecinq?” [1]

 

 

[1] Nonantecinq è forma scorretta per quatre-vingt-quinze (novantacinque) ed è viva ancor oggi in qualche provincia della Francia e della Svizzera. Per essersi lasciato sfuggire questo solecismo durante un processo, nel 1830, un magistrato di Marsiglia, il signor di Mérindol, bestia nera dei liberali, si era acquistato il soprannome, di cui, qui, il signor Rénal mostra un sacro terrore (nota di Diego Valeri all’edizione marzo 1993, Einaudi, Torino, pag. 157)

 

3 thoughts on “MONSIEUR NONANTE-CINQ

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.