5 thoughts on “L'ETICA RELIGIOSA E LO SPIRITO DEL CAPITALISMO

  1. chissà se max weber concorderebbe…

    …molti africani hanno imparato che pregare serve a poco, molti no…speriamo vadano sulla strada giusta…almeno il tiranno aveva ragione,dal suo punto di vista, a ringraziare…ma ci potrebbe stare la leggenda greca, dell’uomo più ricco e felice, che si vanta di ciò, poi gliene capitano di tutte…o anche il buon re mida…che ne sappiamo?

    ci sentiamo stasera ciao

  2. che poi weber ci riderebbe su se fosse vivo, ci pensavo ora…

    mi sembra che weber parlasse del capitalismo che, secondo la sua concezione, derivasse dall’etica protestante, in particolare calvinista (o zwingliana, ora non ricordo, le differenze sono poche).

    giustamente, il nostro caro premier non è calvinista, ci pensavo ora, ma fervente cattolico a suo dire, senza che il papa lo smentisca, come non smentisce i cattoleghisti….
    il premier ha un’etica tutta sua, ad personam diciamo

  3. Ciò che mi premeva stigmatizzare è l’estrema risibilità d’un messaggio religioso che vorrebbe l’uomo chino di fronte alla divinità, quale che sia la sua sorte. Così, mentre un Berlusconi avrebbe ben di che elevare templi in favore d’un dio che gli ha dato praticamente tutto, la Chiesa vorrebbe che un tale atteggiamento fosse praticato anche da chi non ha neppure una corda per potersi suicidare. Se ti piace il filone, un’altra bella la trovi qui

  4. chiarissimo, lector…infatti come ho scritto all’inizio.. spero che gli africani capiscano tutti quanti che pregare e non agire pragmaticamente, non serve, o meglio serve a lasciare gonfie le tasche di chi già ce l’ha, aggiungo, proprio come dici tu nella vignetta.

    poi a me piace avventurarmi in discorsi, se mi vengono, era un po’ anche per satirizzare su berlusconi…finchè ce ne lasciano la possibilità

    ho visto anche l’altra di battuta, ottima lector, grazie del buonumore, questi giorni ci vuole più che mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.