LA CREDULITA' ALTRUI E' SEMPRE IL BUSINESS PIU' REDDITIZIO

umberto_eco
"Basta controllare quante trasmissioni televisive vanno in onda con indagini su misteri e complotti triti e ritriti, dai cerchi nel grano all’Atlantide, dal Graal alle trame dei Templari, da non siamo soli nell’universo a essi sono tra noi, per rendersi conto di come il mercato della credulità renda sempre moltissimo – altrimenti non si spiegherebbe come mai torme di turisti vanno a Parigi a visitare i luoghi del Codice da Vinci, come se la gente percorresse la Toscana per trovare il Campo dei Miracoli dove Pinocchio ha seppellito le sue monete."
(Umberto Eco

31 thoughts on “LA CREDULITA' ALTRUI E' SEMPRE IL BUSINESS PIU' REDDITIZIO

  1. Il mistero…..affascina….anche la religione quando era mistero riempiva…ora i teologi han spiegato….e molta gente è fuggita..ciao

  2. I teologi han cercato di far capire:senso parabole, veridicità, contesti….insomma tutto ciò che il razionale può. Ma la gente forse ha bisogno di una realtà sognata.

  3. si dice che quando una religione si attacca a forme di devozionismo e di legame alle superstizioni (dunque nel primo caso il crocifisso come visto, nel secondo la fissazione con le varie madonne e i miracoli, ovvio chiesti egoisticamente solo per sè…facendo finta che siano possibili per assurdo) sia alla fine del suo portato storico….
    e vedendo il cattolicesimo oggi, mi sa che ci siamo…sempre grande umberto eco!

  4. e, per commentare bene il discorso di eco, qua non si parla solo, esclusivamente di religione, si parla di facilità al credere un po’ a tutto…e se la testa della gente rimane così…morta una religione se ne fa un’altra….pensiamo, oltre agli esempi di credulità spiageati dal prof. eco, alle varie sette e pseudosette come scientology, ai vari guru new age…devo dire che concordo appieno col post

  5. @–>Brunaccio, Kefos
    Son d’accordo con Brunaccio. Purtroppo, anche se una sorte benevola ci togliesse dai piedi BXVI & Co., ci sarà sempre qualcun altro pronto a prenderne il posto; e, quel ch’è peggio, milioni di creduloni disposti a bersi la nuova favoletta che verrà loro raccontata.

    @–>Orsopio
    E’ bella veramente, quella del Campo dei Miracoli.

    @–>19Stefano55
    Stefano caro, ti voglio bene, ma ho paura che tu abbia sbagliato blog per fare qui l’apologia dei teologi. Niente di male, sai; scrivi pure tutti i commenti che vuoi – anche Viva Gesù, se ti fa piacere – ma sei proprio sicuro di aver letto bene gli altri miei post? Lo dico per te    

  6. eh già,lector

    se si crea uno spazio vuoto, qualcuno lo occupa…e se la gente si beve acriticamente tutto, sarà pieno di nuovi "occupanti"…è amara come constatazione, ma, come sembra dicesse il buon aristotele, amico plato, sed magis amica veritas

    una cosa…a me non sembra stefano55 un apologeta dei cattolici…mi sembra che abbia detto questo: la religione rivelata (e in questo caso il cristianesimo, cattolico in specie) nasce da un alone mitico e irrazionale (si dice che il vangelo è "rivelato",come atto di fede, e l’atto di fede non è un’argomentazione filosofica..)…il lavoro dei teologi è stato "tentare di spiegare"(parole di stefano55, non riuscirci indi), riallacciandosi alla filosofia greca, a duemila sovrastrutture, questa fede, fino a cercare di darle valore razionale e filosofico (cosa che sta riprendendo, con miserrimi risultati razingher…non è più medio evo…per ora…)…tentativo fallito per "essenza" della religione stessa…e da lì la gente ancor più si attacca a pensieri magici come cerchi sul grano e simili, o si attacca alle forme più elementari della religione, come l’idolatria…io l’ho letto così il discorso di stefano55…poi ci spiegherà meglio, se ripassa, senza che gli faccia l’esegesi io o abbia manco visto il suo blog…in questo senso è anche coerente con l’amara constatazione di eco…se ha voluto dire altro, allora ammetto da subito l’errore

  7. mi scuso..amicus plato, lo volevo scrivere in italiano, poi ho pensato che è un latino facilissimo…ne è uscita una frase maccheronica

  8. in ogni caso, finisco, dice stefano55 sul finale

    la gente ha bisogno di sognare un mondo migliore (nell’aldiqua) e di sperarci…e l’uomo vive anche di realtà sognate, è vero…ma guai a scambiare una realtà sognata con una concreta…si produce il fenomeno dell’alienazione a questo modo.

    tra una mezz’oretta me ne devo andare…magari stefano55 ripassa e ci dice meglio la sua…in ogni caso, vedendo i tuoi modi, sarebbe confutato senza gratuite offese, come è sempre buona educazione…a meno che non sia l’altro a offendere per primo…e non è il suo caso,ecco.

    nel caso ciao, ci sentiamo

  9. Non ho pretesa di fare disquisizioni su argomenti filosofici e il mio blog è leggero ma uso a volte l’ironia per forse darmi un contegno. Il Brunaccio ha colto nel segno quasi mi vien da dire Brunello (vezzeggiativo e non irriverenza)  ma ……libera Chiesa in libero Stato. Credere ad un prete o ad un mago…..alla fine…..come in omeopatia poco importa se è effetto placebo, basta star meglio. Saluti e grazie dell’attenzione.

  10. ciao a tutti,bello il discorso di Eco
    ma secondo me bisogna distinguere tra chi legge i romanzi di dan brown
    e gli articoli sui cerchi nel grano per puro diletto,e chi invece si fa acriticamente trascinare…..
    anch’io ho letto il codice da vinci,ma da subito l’ho considerato un romanzo
    d’evasione e niente di piu’…ho letto ultimamente anche bellissimi racconti
    che parlano di fantasmi,ma ovviamente non ci credo,come chi legge
    harri potter e si diverte pur sapendo che tutto e’ finzione…..
    insomma,non credo che tutti siano "boccaloni", magari a volte si ha voglia
    di leggere qualcosa di leggero…in fondo anche asimov scriveva
    bellissime pagine di fantascienza,ma lui era il primo a NON credere
    negli alieni….
    ciao a tutti e complimenti per l’argomento

  11. @ 19Stefano55

    e per conoscenza:
    @ brunaccio

    A proposito di Teologi:

    “Tu credi in un libro in cui ci sono animali parlanti, maghi, streghe, demoni, bastoni che si trasformano in serpenti, cibo che cade dal cielo, tizi che camminano sull’acqua e ogni tipo di storie magiche, assurde e primitive, e mi vieni a dire che io sia quello che ha bisogno di aiuto?”

    “ L’autentico concetto di peccato viene dalla Bibbia. Il cristianesimo offre la soluzione a un problema che esso stesso ha creato! Saresti riconoscente verso una persona che ti ferisce con un coltello per poterti vendere una fasciatura? “
    Dan Barker
    (1949) Scrittore e musicista statunitense, laureato in Teologia, ateo dal 1984 (Wikipedia )

    N.B.: mio commento di qualche mese fa su UAAR prima che mi ostracizzassero insieme ad altri amici, cristicoli compresi!

    Ricordi Brunà

    Ciao a tutti
    Anzi aggiungo, il vice presidente di Vaticalia, Napolitano ha in sostanza giustificato l’operato della Chiesa, peccato abbia dimenticato che lo fa con i soldi dello Stato italiano !!!

    Il presidente B4x4 ci ha messo il carico da 11: i media amplificano il male (forse si riferisce a quello commesso dalla Chiesa ) non bisogna dar retta ai media!!!
    Ma solo ed esclusivamente a: santoni,imbonitori,ciarlatani,mistificatori,esorcisti e pretucoli vari, purché abbiano il placet della CCAR!

    Comunque, senza il placet, va bene anche una veggente di Medjugorie
    ( sputtanata dalla CCAR ) od il Fra’ Fenolo di turno, purché vada in onda sulle TV di Stato e faccia cassa !!! ( Oggi )

    Cari cristicoli: o siete delinquenti o fiancheggiatori od interessati ( quindi coscienti delle falsità che propagandate ) o molto più semplicemente… ignoranti!

    Sto aspettando l’esito della seconda denuncia  di Cascioli, ma vista l’aria che tira, il relativo procedimento andrà in prescrizione !!! ( chissà perché )

    B4x4 ci ha ricordato, sempre oggi, che Gesù ( o meglio Yeshua ) ha sfuggito il male….difatti si è riparato in Irak presso i Mandei* dove visse fino ha tarda età!!!

    Comunità di un’enclave in Irak che tuttora ricorda ‘sto Yeshua i cui comportamenti non erano così poi tanto edificanti !

    Ariciao a tutti

     

  12. x kefos
    ricordo, ricordo…e sono d’accordo con le due massime…lo diceva già diderot "è ben strano questo dio, che sacrifica suo figlio (dio), per placare la collera contro l’uomo per un peccato dovuto ad un essere a cui lui ha permesso di agire" (più o meno)

    x tutti
    il problema è uno: quando la gente cede a comportamenti irrazionali, anzi contraddittori alla ragione (come credere nella bibbia in stile creazionista, o prendere i vangeli alla lettera, o credere in scientology o a wanna marchi, ecc…) è sempre brutto segno: la storia ci insegna che gli irrazionalismi hanno sempre aperto le porte a periodi bui della storia (il nazi-fascismo è l’ultimo e supremo esempio)…ora, poichè l’uomo è anche capace di grande razionalità (vediamo la scienza, la filosofia, l’urbanistica, ciò che di grandioso l’uomo ha fatto), non si può ridurre tendenzialmente ad un credulone…secondo me l’irrazionalismo si ravviva in periodi di forte paura sociale per il futuro, come questa in cui non si arriva a fine mese…e non è detto che chi ci crede sia per forza ignorante o in malafede…cerca soltanto un rifugio, e magari ascolta più il cuore e la voce della speranza che la logica…ma l’imbonitore (o il papa e company) spessissimo è in malafede, e da questo assorbe soldi e potenza e può spingere anche la gente ad azioni sconsiderate (come negli integralismi)… ora lungi da me fare un kulturkampf, che serve a poco…ma spero che la paura sociale diminuisca, e reputo che parallelamente calerà anche il devozionismo (fortissimo anche tra le trincee del primo conflitto mondiale..oltre alla grappa…)

    se non fosse cosi, caro STEFANO55 ( e va benissimo brunello…anzi il brunello di montalcino è un vino di qualità ), sarebbe giusto il tuo discorso che ognuno si affida a chi vuole, per consolarsi (anche se è un po’ come dire l’oppio del popolo…ma se uno vuole l’oppio e non da soldi allo spaccio, per fare la metafora- ed è cosa difficile usare oppiacei e non dare soldi alle mafie-, può pure farlo)…in definitiva l’obiezione è che se ognuno si butta in qualsiasi irrazionalismo per stare, illusoriamente, (perchè contraddice la ragione) bene, oltre alla ccar (che già è una potenza politica-economica), avremo altri imbonitori, e altri plagiati…con le conseguenze di cui sopra…secondo la mia opinione

  13. ..scusate, chi crede a bibbia e vangeli alla lettera o come opera "rivelata", intendevo

    x roberta
    sono d’accordo con te…un colto è coltivare le fantasie come fantasie, un conto scambiarle per realtà…

    ciao a tutti buonanotte (anzi, fra un po’ buona giornata)

  14. @ Brunaccio

    Mi sembra che il mio commento affrontasse più temi… non solo il mai esistito Gesù !

    Cazzarola!!!

    E questo, vale per tutti …
    Anche per i lettori di Dan Brown

    http://www.yeshua.it
    http://www.luigicascioli.it
    http://www.fernandoliggio.org
    http://www.nostraterra.it
    http://www.vangeliestoria.eu

    Se qualcuno ci riesce li faccia visitare da Napolitano, Bossi, Calderoli, D’Alema, Di Pietro, Bassolino, Iervolino  ( quest’ultimi due, baciatori di ampolle sangennaresche, ma possibili utilizzatori del processo breve… i ) più altrimagistrati di Napoli… negli ultimi dieci anni non hanno fatto un ‘azzo; anzi sono ricorsi al solito trucchetto di " errore di notifica "….sta’ a vede’ che non conoscevano l’indirizzo !!!

    @ brunaccio

    per favore, ti scongiuro, fammi il nome di un parlamentare onestoe…poipotrò morire felice!  ()

    Un salutissimo, ovviamente a tutti, in primis all’ospite Lector

  15. buongiorno a tutti….cinque ore scarse di sonno e si ricomincia

    ———————
    x kefos

    sul discorso di gesù, esistito o no…non me ne cale tanto…e in questi giorni ho letto molti dei tuoi link, già proposti varie volte su deicida (a proposito, come sta?)…

    devo sinceramente dire che non capisco una cosa: i vangeli sono talmente pieni di buchi, contraddittori l’uno con l’altro, divergono sulla resurrezione e sul post-resurrezione, fino a dire l’uno cose opposte all’altro…allora, mi chiedo io: se si crea un falso ad arte, e visto che il nocciolo del cristianesimo è la resurrezione ("se gesù non fosse risorto la nostra fede sarebbe vana",dice l’inventore del cristianesimo saulo di tarso), mi parrebbe assurdo crearlo con contraddizioni così grosse che minano la credibilità e veridicità dei vangeli come testi storici (tanto che gli esegeti cattolici si sono inventati l’impossibile per abbozzare convergenze altrettanto impossibili) , e li pongono sul leggendario… inoltre se, come sostengono alcuni studiosi nei link che mi hai dato da leggere già varie volte, i vangeli fossero stati scritti nel III secolo, sempre creando un falso storico, mi sembra illogico mettere in bocca a gesù il discorso sull’imminente ritorno per il giorno del giudizio, vedendo due secoli dopo che non è avvenuto…altra contraddizione grossa..visto che si dice che sarebbe tornato prima della fine di questa generazione (baggianata su cui hanno lavorato tantissimo gli esegeti cattolici per raddrizzare il tiro secondo il loro interesse), o in altro passo ancor più esplicitamente quando alcuni discepoli sarebbero ancora vivi…"la promessa mai mantenuta", come ci dice bertrand russel… sinceramente queste sono domande a cui non ho mai letto risposta nei vari siti che mi dici…allora mi sembra più logico pensare che il personaggio sia esistito, ma chissà quanto poi è stata modificata la effettiva realtà storica. ..e chissà quanti vangeli, o passi di alcuni, saranno stati omessi dalla chiesa perchè non consoni….
    mi sembra altresì sterile attaccarsi a fare storia ipotetica su testi di cui, come per tutta l’antichità, non esistono versioni originali, quando basta un po’ di buon senso per non credere a trinità,incarnazioni e resurrezioni…
    poi, chiaro, se i miei dubbi vengono sciolti, posso accettare senza riserve l’inesistenza di gesù (ripeto, varrebbe pure per buddha, mai scritto nulla pure lui, anche per muhammad se ci si pensa), altrimenti mi pare una tesi che viola la linearità di cercare la spiegazione più semplice…che è alla base dei criteri scientifici e storici e logici.
    questo è quanto reputo sulla questione gesù
    ————————————

    sulla politica…beh, il buon vecchio diliberto non mi sembra nè ladro nè disonesto…ma, ti ripeto, sono un comunista senza partito (tantopiù dopo il pasticciaccio della federazione), quindi non posso aiutarti a vivere felice (non a morire, quello mi dispiacerebbe comunque e spero che avverrà più tardi possibile)…temo che non aiuterò nemmeno me stesso… e comunque poco c’entra con l’analisi materialista storica l’onesta o disonestà dei politici…anzi se riprendessero le categorie marxiane, invece che dar retta all’ "in fausto bertinottismo", sarebbe la cosa migliore…e comunque, anzichè aspettare i politici, conviene appoggiare i movimenti territoriali in questo momento (no tav,no ponte, o quelli che ci sono nella tua zona…nella mia ce ne sono diversi… ad esempio)… il marxismo ci insegna che siamo noi il soggetto attivo della storia, se ci pensiamo…e il partito dovrebbe portare su persone che vengono dalla discussione a partire dalla base, cosa che non esiste praticamente più…
    ———————————————————
    vado a prendere un caffè…in mattinata e in serata ci sono, non nel pomeriggio.

  16. sui mandei….beh, mi sembra un po’ difficile dare retta ad una setta che crede nella gnosi, negli esseri celesti, nel ritorno di enok…sicuramente evidenziano le contraddizioni sulla figura del battista e di gesù (che i vangeli sottacciono), ma se debbo seguire una forma di religione anche più confusa, sto ad un’analisi più logica…poi ancora non ho ben capito tra questi studi quale ti convince di più

    1- quella di cascioli, poi sviluppata da donnini e tranfo, sul fatto che i vangeli siano un  falso ricostruito su giovanni, figlio di giuda il galileo
    2- quella di salsi, che sia un’elaborazione tardo-essena (e anche qua a chi gioverebbe, visto che i cattolici e gli esseni sono cosa ben diversa.. ed è ben strano che subito gli ebrei, giustamente dal loro punto di vista avversi a gesù, non abbiano serbato memoria di questo falso…e sappiamo che gli ebrei, per quel che vogliono, hanno la memoria lunga)
    3- le varie altre religioni…i mandei gnostici, i muslims che dicono che sia asceso e sia stato crocifisso un altro, i rastafarians che sia tornato in maestà e gloria come l’imperatore etioope haile selassie…mi sembra che tutte quante lasciano un po’ il tempo che trovano, e gli do il peso intellettuale che meritano, allo stesso modo del cattolicesimo…cioè poco, mentre è certo interessante il sostrato culturale che c’è sotto per capire i popoli

    ma,dico il vero, mi sembra una perdita di tempo ed energia…se uno non crede alla religione, scervellarsi sull’esistenza o inesistenza di gesù….anzi forse toglie tempo ed energie a concentrarsi sui problemi reali, ecco….

    con questo, spero di chiudere qua un dibattito che poco mi tocca, e credo che, studiosi accademici o credenti a parte, siano poco utili se uno già non ha fede religiosa…preciso che comunque ho stima di cascioli e della sua battaglia contro la chiesa (e trovo infame non dar loro spazio sui media per un dibattito, che sicuramente metterebbe in crisi l’interpretazione religiosa), e, chiaro, se si prendono per veri i prodigi che avrebbe fatto, si spiega difficilmente il silenzio degli storici dell’epoca…ma se questi prodigi sono leggende, e questo io credo, e questo gesù sia stato un predicatore itinerante sedicente messia, come tanti altri, che ha durato anche poco, è normale che nessuno se ne sia interessato, se non quando poi su questa figura si è innestata una religione…non so…spero di aver chiarito il mio pensiero…poi la storia ipotetica, ripeto, è già per essenza passibile di molte interpretazioni…fino a quando non si troverà una lettera in cui si parlano tra loro per ordire il falso…altra è la storia più moderna e contemporanea, che per laici ed atei o agnostici o increduli sulle religioni positive, ha un’importanza ben più notevole.

    tanto la chiesa è un’entità politica, e il mondo non si cambia con le idee e gli studi, ma coi rapporti di forza…allora conviene più battere sugli abusi storici e attuali, presenti e documentati, che non andando a ritroso…quando nemmeno conosciamo a fondo riti iniziatici e misterici di quei tempi, e forme ermetiche espressive tipicamente semite…la gente si smuove quando si accorge di essere truffata, non sui libri…

  17. @ brunaccio

    dimostrando l’inesistenza storica di GC mandiamo a CaCAR la CCAR e ci riprendiamo un bel po’ di miliardi ed altrettanti ne risparmieremmo !!

    Ciao

  18. @–>Brunaccio
    Ci sono due elementi dell’analisi marxista che, secondo me, rappresentano altrettanti errori di ragionamento: la teoria del valore e il determinismo storico.
    In Marx e nella stragrande maggioranza degli economisti di matrice marxista, il valore è considerato un dato estrinseco al sistema, sostanzialmente un assoluto. In realtà, nei sistemi economici, il valore non esiste: ciò che rileva è il prezzo, espresso dal rapporto d’un fattore rispetto agli altri che intervengono nel processo produttivo. La teoria del valore come assoluto è una remora che risale addirittura ad Agostino d’Ippona e che ha inficiato il pensiero economico per quasi tutto il periodo classico. Un esempio per spiegare meglio ciò che intendo dire. Avevo una zia che coltivava un fazzolettino di terra. Per pulirlo dalle erbacce le ci volevano settimane intere; un diserbante, avrebbe ottenuto il medesimo risultato in meno d’un ora. Lei era convinta che il proprio lavoro avesse un valore enorme, dato il tempo che c’impiegava, mentre in realtà non valeva più del costo del diserbante  e del tempo necessario per spargerlo.
    Anche il materialismo storico contiene un elemento non condivisibile: la necessità. Secondo Marx l’esplicarsi dell’azione storica tende necessariamente a un fine. E’ una teleologia per molti versi simile a quella cristiana della parusia o seconda venuta.
    Precisato ciò, bisogna anche dire che l’organizzazione economica basata su impostazioni dottrinali di tipo capitalistico, lascia molto a desiderare in termini di efficacia ed efficienza nella redistribuzione delle risorse. Inoltre, essa ci condanna a una prospettiva di sviluppo continuo obbligatorio, che comporta uno sfruttamento del pianeta al di là della sua capacità di rigenerazione. Per questo, ti segnalo un interessante nuovo filone  che sta lentamente ma progressivamente facendosi strada tra i due estremi dell’economia capitalistica e di quella dirigistica e a cui io mi sto approcciando sempre con maggiore convinzione. Lo trovi qui

  19. x lector
    veniamo ai punti: la necessità, vista in modo determinista, non convince neppure me…ma attenzione, il concetto di necessità è sicuramente anche a mio parere troppo enfatizzato in manierea teleologica…ma è non molto incidente come analisi, è più figlio di hegel che altro…

    la teoria del lavoro: marx sa benissimo che il valore della merce è arbitrario, ma facciamo bene attenzione: a parità di condizioni, quel che fa la differenza è il lavoro impiegatoci: a parità di materiale, domanda offerta,tempo… qualsiasi condizione….un pezzo d’oro lavorato varrà sempre più di un pezzo d’oro grezzo…questo in sintesi….il discorso del campo non calza moltissimo, perchè è l’esempio lavoro manuale/tecnologia…e non è produzione, tramutata in valore…è il discorso velocità/tempo

    conosco latouche e la teoria della decrescita (o non crescita) e lo stimo molto…penso sia una attività praticabile, e non antagonista al materialismo storico…anche nella mia città vi fu una conferenza in tema

    x kefos
    per me la ccar cadrà insieme al sistema, o non cadrà…altrimenti ne verrà un altra, che si attaccherà ad altre storie…la chiesa vive appoggiata al potere politico e viceversa…è più elementare il discorso in questo senso…la chiesa è un ente politico (che ormai di gesù manco si ricordano loro, semmai esistito sempre…), e come tale va analizzato, in ottica antagonista

    BRUNACCIO

  20. x lector

    scusatemi, acceso il pc non ero loggato.

    comunque non è che uno per partecipare al blog, debba adottare le categorie marxiane tout court…io ho detto se uno è in netto contrasto (cioè fascisti,leghisti,apologeti del capitalismo), o non gliene frega nulla…non che per forza debba adottare categorie marxiane…poi lo vedrai da domani da come funziona…vai tranquillo non è un inno al pensiero unico, è solo non creare calderoni che non servono a nulla.

  21. scusa lector, che non avevo tempo di sistematizzare il ragionamento, in più, ecco, sentivo giustamente il bisogno di dar spazio alla replica di kefos.

    sulla NECESSITA’ STORICA…
    come è stata molto interpretata è un residuato idealista dell’hegelismo, secondo me…ma attenzione: la necessità storica significa che quando un sistema economico è arrivato al culmine delle sue contraddizioni è destinato ad implodere o ad essere abbattuto (come successo nei sistemi produttivi passati,schiavitù,feudalesimo): in questo senso è concepibilissimo il discorso della necessità…e il capitalismo, allo stato attuale dei fatti, sembra destinato a vacillare molto…salvo una nuova guerra globale per riaprire i mercati (cosa impossibile a causa del nucleare, rispetto al passato)…oppure campa di guerre locali, ma anche queste alla lunga generano pvertà e chiusura dei mercati.
    in questo preciso senso concordo con l’analisi della necessità storica,questo volevo precisare.

  22. "è destinato ad implodere o ad essere abbattuto"
    Vedi, è proprio questa l’affermazione apodittica sulla quale non concordo. Non v’è alcuna necessità affinché ciò accada. Il fatto che storicamente sia successo, non significa che ciò succederà ancora. Questo elemento toglie scientificità al pensiero marxista per trasporlo sul piano di qualsiasi altra metafisica.

  23. guarda, lector, mi sembra semplice: l’economia è come un organismo…una volta che un sistema è logoro, può procrastinare la sua fine, ma finirà…altrimenti dovremmo pensare che possa esistere un sistema eterno, cosa difficile, soprattutto se genera disparità sociali (indi povertà,indi tensioni)…poi chiaro che non sappiamo nè come nè quando, ma gli indizi ci sono tutti….altrimenti si darebbe l’idea di un sistema perfetto, eppure anche questa mi sembra metafisica

  24. poi, il nocciolo è contribuire soggettivamente alla sua fine e indirizzarlo verso un sistema di gestione più razional, e qui entra in gioco la libera attività dell’uomo…a mio parere,sia chiaro…non è che marx sia infallibile, ci mancherebbe…non è mica il papa

  25. mi devo sganciare una mezz’ora…preciserei una tua giustissima obiezione che hai fatto

    per quanto riguarda il discorso escatologico, ciioè di fine (eskatos), tutte le attività umane pratiche partono da un’escatologia, non metafisica, ma immanente: migliorare le umane condizioni di vita.
    politica,economia,scienza nascono a tal fine.
    lo stesso capitalismo nasce con l’intenzione di migliorare la vita umana: i padri delle dottrine liberali credevano che il libero mercato e la proprietà avrebbero creato un benessere che si sarebbe diffuso poi sulla società (non avevano intuito la tendenza monopolistica del capitalismo), senza alcuna necessità di pianificazione.
    allora, chiaro che il marxismo ha un’escatologia, e nel discorso di fine/senso è giusta…il problema, come tu hai evidenziato benissimo, è quando prende una deriva fideistica, fino a contraddirne le fondamenta stesse del pensiero di marx o del pensiero pragmatico in genere, e sfociando nell’idealismo alla hegel, più che sul cristianesimo, secondo me, ma irrilevante ora disquisire su questo.

    sei un grande lector, è bellissimo parlare di queste cose; e fa bene a me per primo…allora ti metto a link o no? alla fine non credere che sia un post da jurassic park…ci saranno parecchi articoli, e qualche approfondimento teorico, curato da un compagno coltissimo…ma leggere e dire la propria va sempre bene, quando ci si parla in serenità…ci mancherebbe…è la bagarre che non serve…tantomeno sul net, dove non si vede in faccia l’altro!

  26. Beh, sarebbe gentile da parte tua mettere il link al mio blog. Da parte mia, metto subito il collegamento al tuo …

  27. senz’altro che ti metto in link lector!

    guarda, io ho aspettato a mettere chiunque a link, perchè magari, proprio perchè della questione non poteva fregarvi nulla, mi sembrava indebito.

    ti aggiungo seduta stante tranquillo ci mancherebbe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.